Una città paese

-Barcellona, città di un milione e mezzo di abitanti e capitale della Catalunya, è la giusta via di mezzo tra la vita di una metropoli come Londra e una piccola cittadina. Personalmente ho vissuto per 25 anni in un paesino in provincia di Firenze e fin da quando ero piccolo pensavo che la realtà in cui vivevo non fosse quella in cui avrei voluto vivere la mia vita. Iniziai a immaginare una vita lontana da casa pensando a trasferirmi in qualche grande metropoli del mondo. Quelle metropoli che vedi nei film dove vedi che si può fare di tutto e diventare ciò che vuoi. Una volta a Londra mi resi conto che davvero città come queste possono darti tutto, ma, quello che non avevo considerato prima di partire, era che potevano allo stesso tempo annullarti e risucchiarti. Credo infatti per esperienza personale che città come quelle finiscono per essere troppo caotiche e che, le distanze, finiscono per isolarti. Questo è stato uno dei motivi principali per i quali abbiamo deciso di trasferirci a Barcellona, una città sicuramente più piccola rispetto all’immensa Londra o all’affascinante Madrid ma che, sicuramente, ha una quantità infinita di opportunità che nessuna città italiana potrebbe mai offrire, a parte Milano.

E quindi perchè parli di “CITTÀ PAESE”?

Perchè nonostante Barcellona sia comunque una grande città che offre tantissime possibilità vi assicuro che sembra di vivere in una grande paese, dove magari vedi una persona nella metropolitana la mattina quando vai a lavoro, e ti capita magari di rivederla la sera in un’altra zona dall’altra parte della città.

Perchè Barcellona, oltre a ospitare eventi internazionali di tutti i tipi, offre tantissimo a livello di vita popolare in termini di tradizioni di “paese”, appunto. Infatti Barcellona ha moltissime feste popolari e cittadine che si svolgono in tutta la città, in tutti i suoi quartieri, e che sono l’espressione popolare di una popolazione viva, legata alla propria storia e tradizione. Una città che si è quindi evoluta tantissimo da un punto di vista economico e di infrastrutture ma che si ostina a non voler mettere da parte se stessa, la propria storia e la propria identità.

Come una bambina che cresce ma che difenderà sempre orgogliosamente i suoi sogni, ho reso l’idea?

Vi dicevo delle continue feste popolari e qui potete vedere alcune delle principali: https://www.peretarres.org/es/hostel-barcelona/blog/5-fiestas-populares-de-barcelona-que-no-te-puedes-perder#:~:text=La%20Diada%20o%20l’Once,el%20Parc%20de%20la%20Ciutadella. Ma non solo feste ed eventi internazionali, il valore aggiunto di questa città è la grande facilità di spostamento da una parte all’altra della città. Oltre alle biciclette che troverete ovunque nella città scaricando un’app gratuitamente sul telefono, le metropolitane e gli autobus non hanno assolutamente niente da invidiare a città organizzatissime come Londra, appunto. Ci si può spostare da una parte all’altra della città giorno e notte con un abbonamento mensile che permette corse illimitate per soli 40 euro al mese. Niente male considerati i mezzi pubblici ai quali siamo abituati in Italia, non è vero? Ultima, ma non ultima considerazione sul perchè si ha spesso la sensazione di vivere in una città Paese, è che Barcellona, come accennato nell’articolo precedente era un castrum ( accampamento) romano. Organizzato con vie traverse e perpendicolari, questa struttura favorisce una grande facilità di orientamento per chi è appena arrivato in città, oltre alla velocità di spostamento.

Barcellona è quindi, mi sento di dirvi, per tutti questi motivi considerabile da me, come da tantissime persone che ci vivono, una città Paese. Una città dove si ha la sensazione di vivere in una realtà multinazionale ma che allo stesso tempo ci ricorda un paese nel quale si conosce tutti e si respira la spensieratezza di sentirsi a casa e, scusate se insisto, ma questa è una cosa bellissima e uno dei tanti motivi per cui ancora una volta vi consiglio di farvi coraggio e venire a vivere la vita che avete sempre sognato. Perchè in fondo, non vi sentirete mai cosi soli, perchè in fondo, siamo tutti una grande famiglia, una grande città. Perchè in fondo siamo tutti nella stessa ” Barça”.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: